A Tel Aviv, “Tel Aviv” di Elena Loewenthal

È una guida storica, quella che ha scritto la Loewenthal, perfetta per chi si approccia per la prima volta alla città più occidentale d’Israele. La giornalista racconta cosa c’era in quel preciso angolo, spiega perché adesso quell’edificio (o albero o monumento) non si trova più. Riporta, in un tono colloquiale che non stanca, la storia…

A Gibilterra, “L’Alchimista” di Paulo Coelho

“Chi entra nel deserto non può tornare indietro. Quando non si può tornare indietro bisogna soltanto preoccuparsi del modo migliore per avanzare”. Il protagonista di uno dei libri più famosi di Coelho passa dallo stretto di Gibilterra per iniziare in suo viaggio. Allora, con un biglietto per uno dei posti più strani del mondo, la…

Ad Atene, “Storia dei greci” di Indro Montanelli

Bisognerebbe leggerlo anche se raccontasse la storia delle banane. Perché la prosa di Montanelli è fantastica: riesce a rendere i concetti in maniera originale, ti fa entrare nella storia e fa parlare in modo diverso, ma perfetto, tutti i suoi personaggi. Questo libro è perfetto per un viaggio ad Atene, perché spiega – ad esempio…

A Siviglia, “Il club delle lettere segrete” di Ángeles Doñate

È una celebrazione della scrittura (su carta) e io, che mando ancora cartoline e prendo appunti con la penna, non potevo non leggerlo. “Il club delle lettere segrete” è libro di una spagnola di Barcellona, quindi non siamo in Andalusia. Ma rende bene il senso di comunità dei piccoli borghi della Spagna. La storia è tutta concentrata…

A Roma, “Per dieci minuti” di Chiara Gamberale

Perfetto per il viaggio in treno (veloce) da Milano: è un libro di 187 pagine che si legge volentieri, che non pesa e dà anche idee per cercare di cambiare, almeno in parte, la propria vita. Perché questa lettura? Perché la Gamberale è nata e vive a Roma. Mi ha colpito il titolo, ancora di…